Skip to main content

Il processo di Internazionalizzazione di Owac

Il Progetto

L’idea progettuale, finanziata per l’importo di € 80.000, con DDG1998 del 13/11/2018, intende avvalersi dell’incentivo comunitario per l’acquisto di servizi di supporto all’internazionalizzazione, con la finalità di ottenere facilitazione nell’accesso nel mercato asiatico, prevedendo le attività di:

  1. Intermediazione locale per l’assistenza e l’organizzazione di incontri commerciali volti all’acquisizione di nuovi clienti;
  2. Partecipazione a eventi ritenuti funzionali allo sviluppo della dimensione internazionale dell’azienda.

 

Il progetto, pertanto, al fine di ottenere risultati significativi, mira ad avvalersi di:

  1. a) Servizi di consulenza esterna per l’internazionalizzazione;
  2. b) Sostegno alla partecipazione ad eventi internazionali.

 

Il fattore “Internazionalizzazione” per OWAC

Il fabbisogno di internazionalizzazione dell’azienda si può considerare come una spinta e una sfida con l’intento di aumentare e sviluppare il proprio business, diversificare il proprio mercato di riferimento, aprirsi all’innovazione, aumentare la propria competitività, aumentare la propria attrattività.

 

Individuazione del mercato di riferimento

L’approccio con il paese target, rappresentato fondamentalmente dal mercato Asiatico, ha avuto inizio collateralmente con la scelta aziendale di attuare strategie di apertura ai mercati esteri. Il primo passo effettuato è stato quello di avviare studi e ricerche proprie che confermassero la lettura di settore in tema di politiche ambientali. Ciò ha prodotto, come risultato, il riscontro tra i servizi aziendali offerti e il gap di soluzioni presenti nel territorio asiatico in merito ad alcune policy ambientali. Inoltre, l’aver partecipato a eventi, conferenze e missioni imprenditoriali sul territorio cinese, ha dato la possibilità di cogliere direttamente criticità già emerse dagli studi, attraverso il contatto diretto con imprenditori e rappresentanti istituzionali locali.

Il progetto trae forza e contestualizzazione all’interno del leitmotiv del Print Sicilia e si colloca nella sezione

dedicata alla Promozione di tecnologie legate alla sostenibilità energetica, alla bonifica ambientale e alla produzione di energia pulita dal trattamento dei rifiuti.

 

Obiettivi e risultati attesi

Il progetto, che fa riferimento sia alle esigenze di crescita dell’azienda OWAC ma anche del mercato di riferimento, intende raggiungere in archi temporanei diversi i seguenti obiettivi:

  1. a) a breve termine: aumentare l’engagement di potenziali committenti;
  2. b) a medio-lungo termine: avvio di progettazioni e realizzazione di impianti per la produzione di energia pulita; crescita del fatturato; nuovi investimenti nel proprio territorio; aumento dell’occupabilità interna ed esterna; incoraggiamento di potenziali investitori asiatici in Sicilia; contributo all’impiego di energie rinnovabili, al risparmio energetico e all’uso efficiente dell’energia.

 

Strumenti e tecniche di progetto

Al fine di raggiungere gli obiettivi, rivestono un ruolo fondamentale:

  1. la partecipazione a fiere/eventi di settore che possiedono potenziale adeguato ad una funzionale aggressione del mercato asiatico. Infatti, la OWAC, nei prossimi mesi, ha già in programma la partecipazione, con un proprio stand, ai seguenti eventi fieristici internazionali in Cina:
  • Chengdu Environmental Protection Expo (CDEPE), 21-23 March 2019 – Booth no. G213
  • IE EXPO 2019, 15-17 April, Shanghai
  • CIEPEC 2019, 12-14 June Beijing
  • IE EXPO Chengdu, 27-29 June
  • IE EXPO Guangzhou, 18-20 September
  • ECO EXPO ASIA, 20 October – 2 November
  • IE EXPO 2020, Shanghai

I tempi progettuali individuati per la partecipazione a fiere/eventi, sono stimabili in 18 mesi.

  1. b) i servizi di consulenza che operino strategie per facilitare il matching tra la OWAC e potenziali clienti, che assicurino assistenza legale nella stipula di accordi commerciali e che garantiscano il presidio sul territorio locale.

Le attività sono finalizzate a minimizzare il rischio di perdita di contatti preziosi.

Gli elementi, propedeutici a qualsivoglia ipotesi di collaborazione, sono rappresentati da una conseguenzialità fisiologica delle attività: la partecipazione a fiere, che consente un primo contatto conoscitivo e l’engagement del potenziale cliente attraverso incontri organizzati e strutturati per meglio cogliere le necessità di questo e cominciare ad intrattenere rapporti commerciali.

La conseguenzialità delle attività, sopra sintetizzate, tende al raggiungimento di obiettivi sia a breve termine (ipotizzabili in 8 – 12 mesi) sia a medio-lungo termine (ipotizzabili in 36 mesi) e in quest’ottica le attività sono finalizzate a minimizzare il rischio di perdita di contatti preziosi.

 

Strategia aziendale per il progetto

La strategia aziendale di penetrazione del mercato asiatico è caratterizzata da elementi fondanti, quali:

  1. a) il sistema valoriale dell’azienda: Il core business della società si basa sulla ricerca delle migliori soluzioni alle varie problematiche ambientali, nonché al miglioramento della qualità di vita e della salute umana, in un’ottica globale. Per questo motivo l’azienda misura, costantemente, l’impatto positivo di ciò che realizza sulla popolazione coinvolta ed è attenta a qualsiasi iniziativa di promozione e sviluppo della tutela ambientale e del rispetto degli equilibri terrestri.
  2. b) la competenza distintiva: l’azienda ha una lunga esperienza in impianti di trattamento dei rifiuti e bonifica ambientale, partendo dallo sviluppo dell’idea, passando alla progettazione del sistema ed alla direzione dei lavoridi costruzione ed infine giungendo all’avvio dell’iniziativa.

Il gruppo di lavoro ha più di vent’anni di esperienza ed è molto flessibile, qualificato ed adattabile ad ogni

situazione, in grado di sviluppare tutte le attività necessarie con alta precisione;

  1. c) la gestione strategica: l’azienda sviluppa le sue strategie attraverso analisi dell’ambiente competitivo esterno ed interno; seleziona strategie opportune che, tenendo conto di punti di forza e proteggendo i punti di debolezza, mirano a trarre vantaggio dalle opportunità e contenere le minacce; possiede una struttura organizzativa in grado di avviare processi di controllo, coordinamento di strategie, nonché di gestione del cambiamento che risultano determinanti per adattare continuamente il processo di gestione strategica al cambiamento dell’ambiente esterno.

 

loghi 3.4.2