Skip to main content

Impianto per la produzione di Compost di qualità – Casal di Principe

Dati dell'impianto

Generali

Località: Casal di Principe, Caserta

  • Superficie dell’impianto: 25.600 m2
  • Periodo di progettazione: 2019
  • Incarico: Progettazione definitiva

Dati tecnici

Dettagli e tipo Trattamenti:

  • Biossidazione accelerata
  • Numero biocelle: 5 da 550 m3
  • Potenzialità in ingresso: 30.000 t/anno
  • Compost producibile: 8.700 t/anno
  • Sezione di biofiltrazione: 2.500 m2
  • Volume d’aria trattata: 210.000  m3/h

Descrizione dell’impianto

La Owac Engineering Company insieme alle società Technital S.r.L. di Verona e I.A. Consulting S.r.L. di Napoli, nell’ambito dell’accordo Quadro con la Regione Campania, avente come oggetto la progettazione di impianti per il trattamento della frazione umida, ha avviato i lavori di progettazione definitiva di un primo impianto sito nel comune di Casal di Principe.

Unitamente alla progettazione del layout di processo, si è provveduto ad un accurato studio dell’inserimento paesaggistico dei volumi di progetto per limitare gli impatti visivi a breve e lunga distanza senza rinunciare alla riconoscibilità (brandizzazione) della Regione Campania.

Per l’inserimento paesaggistico dell’opera laddove non fosse possibile preservare la vegetazione esistente, si è cercato comunque di ricreare lembi di vegetazione naturale in un’area ove la loro presenza è assai limitata a seguito della forte antropizzazione del territorio. Nella scelta delle specie da impiegare, si è quindi privilegiato l’impiego di essenze proprie della vegetazione potenziale, espressione “teorica” della copertura vegetale in assenza di fattori di disturbo di origine antropica.

Per quanto concerne la mitigazione dei corpi di fabbrica il progetto prevede di utilizzare il colore come strumento mimetico migliorando la percezione visiva e l’inserimento nel paesaggio dell’impianto industriale. Sono stati campionati otto colori presenti nel paesaggio limitrofo e tradotti in tinte RAL; i pannelli di tamponamento dei corpi di fabbrica saranno posizionati con le tinte alternate e a gradazione degradante in modo da “sfumare” nel paesaggio circostante.

La Regione Campania attraverso l’approvazione del Piano regionale per la gestione dei rifiuti urbani, ha definito priorità e obiettivi di raccolta e trattamento dei rifiuti.
È la prima Regione italiana ad approvare un vasto programma per fornire alle piccole comunità gli strumenti per praticare il compostaggio. Ha avviato l’iter per la costruzione di 13 impianti di compostaggio attraverso i quali si raggiungerà l’obiettivo di trasformare la frazione organica in una vera e propria risorsa da utilizzare come fertilizzante naturale, con evidenti vantaggi economici per l’intera Regione.
In Regione Campania verranno realizzati impianti di compostaggio moderni e sicuri che sfruttano le migliori tecnologie, garantendo zero cattivi odori e una impermeabilizzazione ottimale del fondo. Alberi, vegetazione e un rivestimento cromatico appositamente studiato, consentiranno agli impianti di compostaggio di operare in piena armonia con l’ambiente circostante.